vai alla Home Page
Google
  cerca
Max Russo Alba
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
VISITARE BRESCIA

Ristoranti
Agriturismo
Pizzerie
Trattorie

DOVE DORMIRE
HOTEL IN PRIMO PIANO
B&B IN PRIMO PIANO
DOVE MANGIARE
DOVE DORMIRE
ITINERARI
E-MAIL
Numerica
ALLA SELLA DEI LARICI
Limone (localitą Albergo Panorama), metri 107; Sella dei Larici, metri 900; malga Palaer, metri 946; Passo della Rocchetta, metri 1159; Passo del Guil, metri 1210

Tempo previsto ore 5.30 - 6.00 (giro completo)


Escursione molto interessante che si snoda a cavaliere del confine con il trentino, in un ambiente selvaggio e molto suggestivo. Dalla sommitą dello sperone roccioso che si eleva nelle vicinanze della Sella a picco sul lago, si colgono straordinarie visioni del Garda, del monte Baldo e delle frazioni che punteggiano l' articolato altopiano di Tremosine.

La gita richiede un buon allenamento; si sviluppa in senso circolare con partenza dall' albergo Panorama (un paio di chilometri oltre Limone verso Riva) e arrivo a Limone sulla statale sopra il paese. Ci sarą poi di percorrere un tratto di Gardesana per raggiungere il posto dove abbiamo lasciato l'auto.

Fino alla Sella dei Larici il sentiero č molto ripido ma ben segnalato dagli alpini di Limone; il resto della gita si svolge poi con maggiore regolaritą su stradine e mulattiere militari della guerra 1915/18. Nei pressi dell'albergo Panorama (possibilitą di lasciare l'auto) si prende sulla sinistra il sentiero che rimonta nella rada pineta, un tempo frequentato collegamento con le localitą montane del trentino meridionale.

Si continua e si guadagna quota tra gli anfratti della ripidissima Valle Fraina e dopo circa un'ora dalla partenza, si giunge ad un passaggio roccioso che immette nella scoscesa Valle dei Larici; scesi brevemente ad attraversare il greto sassoso del vallone, si riprende a salire fino a raggiungere l'omonima Sella (metri 900) dove ci sono bei faggi e alcune vecchie costruzioni (ex casermette della guerra 1915/18).

Nei pressi sopraggiunge la stradina proveniente da Pregasina sul versante trentino e verso destra si stacca il sentiero che, in breve porta sul roccioso belvedere. Si continua verso sinistra lungo la stradina che porta in piano, alla non lontana malga Palaer situata in una bella conca molto verde dalla quale, preso poi il serpeggiante sentiero che inizia nei suoi pressi, si sale tra faggi, carpini e frassini al passo della Rocchetta (metri 1159) che riporta la gita nel bresciano.

Si continua ora sulla vecchia carrareccia militare che volge verso destra (ovest); inizialmente si scende quindi, doppiati un paio di tornanti, si prosegue quasi in piano con bella vista sulle montagne gardesane per il passo del Guil (metri 1210). Lasciata qui la carrareccia che si inoltra verso il rifugio Segala, si imbocca sulla sinistra (tabelle segnaletiche) il tortuoso tracciato che scende ad innestarsi sulla mulattiera della valle del Singol, nei pressi della baita Valacco (metri 770).

Seguendo quest'ultima (verso sinistra) si perviene rapidamente in localitą La Milanesa e da questa si scende a Limone.


A piedi con Franco Solina
versione per la stampa