vai alla Home Page
Google
  cerca
Max Russo Alba
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO
VISITARE BRESCIA

Ristoranti
Agriturismo
Pizzerie
Trattorie

DOVE DORMIRE
HOTEL IN PRIMO PIANO
B&B IN PRIMO PIANO
DOVE MANGIARE
DOVE DORMIRE
ITINERARI
E-MAIL
Numerica
SANTA MARIA DEL GIOGO
I Colmi, metri 900; Santa Maria del Giogo, metri 968; Polaveno, metri 582; Santa Maria del Giogo; metri 968


Santa Maria del Giogo, splendida e comoda meta fuori porta da sempre luogo di convegno di escursionisti e di turisti appassionati della montagna. È la classica gita di primavera, i salutari quattro passi che tutti possono permettersi di affrontare tranquillamente, dai gruppi familiari con bambini, ai ragazzi, alle persone su di età comprese; e questo perchè i dislivelli da superare sono minimi, i percorsi non presentano difficoltà e l'ambiente è boscoso e gradevole.

Santa Maria del Giogo è ubicata sul colmo della panoramica dorsale che si protende a sud della Punta Almana , tra la bassa val Trompia e il lago d'Iseo; nel rustico, contiguo all'antico Santuario Mariano, gli alpini di Polaveno vi hanno ricavato un rifugio mentre spostato verso nord, nelle vicinanze del passo, appunto del Giogo, dove pure sopraggiunge (e si ferma) la rotabile che sale da Sulzano, c'è una locanda sempre aperta e nei dintorni un roccolo con faggi secolari.

L'itinerario più comodo inizia dai Colmi (metri 900) sopra Polaveno, più esattamente nei pressi del valico della rotabile che poi scende a Sulzano (salendo da Ponte Zanano, attraverso la val di Gombio in val Trompia, la deviazione per i Colmi - Via Santa Maria del Giogo - è nei pressi del "zoadel" sulla destra). L'escursione si inoltra lungo l'ombroso sentiero, attraversa una zona di prati con bella vista sul lago d'Iseo, tocca la cascina Cuna quindi, passata sul versante della val Trompia, prosegue per Santa Maria tagliando attraverso il fianco orientale del monte Castellino.

Comodo, anche se meno panoramico è anche l'itinerario che si stacca, a destra dalla curva a gomito ("tornante S.Maria") prima di giungere ai Colmi. Si cammina su una stradina con divieto di circolazione che si apre pianeggiante nel bosco; deviando poi, dove quest'ultima termina (c'è una santella), sul tracciato del vecchio sentiero (ora magnificamente ripristinato dalle "penne nere" di Polaveno e per questo porta il nome di "Via degli alpini") che sale da Polaveno si procede per Santa Maria.

Interessante appunto è anche l'itinerario che si inerpica da Polaveno, inizia al lato destro del cimitero e si snoda (segnavia CAI e Comunità montana Valtrompia) nel bel castagneto toccando più in alto un appostamento da caccia; c'è un punto, sempre nella parte alta del tracciato, dove deviando verso destra per alcuni passi ci si porta su un roccione (passo del cornel) molto panoramico sulla val Trompia. Altri itinerari per Santa Maria del Giogo salgono pure da Gardone Val Trompia, da Nistisine.

Ma Santa Maria del Giogo è altresì importante poichè è sede di tappa del "Sentiero 3 V" (Sentiero delle Tre Valli, segnavia bianco-azzurri ), dedicato alla memoria di Silvano Cinelli. Suggestiva la vista sul lago d'Iseo e sui monti della val Trompia.


A piedi con Franco Solina
versione per la stampa