Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana
TROVA IL MUSEO
Parole cercate
Comune
image
Una formazione di alto profilo per un mondo dell’arte in piena trasformazione.
Eventi
"Kriegsmaler. I fratelli Stolz"

Nell'ambito del progetto Guerre e Pace. 1918-2018, mostra “Kriegsmaler. I fratelli Stolz”. Orari dalle 10 alle 18 (lunedì chiuso).

La sezione del MAG dedicata alla Storia si arricchisce di un ciclo di disegni e dipinti provenienti dal Museo Rudolf Stolz di Sesto (BZ), realizzati dai fratelli pittori Albert e Rudolf Stolz nell’area del fronte austriaco dell’Alto Garda durante la Prima guerra mondiale.

Tra il 1915 e il 1916, il battaglione degli Standschützen di Bolzano è di stanza sotto il comando del capitano Viktor Perathoner sul fronte sopra Riva del Garda, nella zona tra Campi, la Cima d’Oro e la valle di Concei. I fratelli Albert (Bolzano, 1875 – Bolzano, 1947) e Rudolf Stolz (Bolzano, 1874 – Sesto, 1960) sono arruolati nella Compagnia come pittori, con il compito di illustrare un diario di guerra e svolgendo così anche l’incarico ufficiale di corrispondenti.
Ne nasce una sequenza di trenta disegni e dipinti di grande pregio artistico che documentano la quotidianità dei giorni di permanenza al fronte. Il sobrio realismo di alcune scene fa chiaramente intendere come entrambi i pittori abbiano trascorso la loro vita a stretto contatto con le persone. Come risulta dalle date indicate vicino alla firma, le opere non sono sempre state create presso il luogo degli eventi, ma realizzate in un secondo tempo sulla base di schizzi. Trincee, pattugliamenti, trasporti di artiglieria, esercitazioni di tiro, scene di vita venivano infatti prima schizzati e poi completati con precisione ad acquerello, guazzo, matita o pastello.
Nelle opere dei fratelli Stolz, il paesaggio non appare solo come sfondo o materiale topografico, ma viene raffigurato quale possente panorama montano con le sue diverse atmosfere legate alle stagioni, svelando l’incontro tra precisione topografica e appassionante creazione pittorica. 
Si identifica anche la drammaticità degli eventi, l'immensità del paesaggio che si apre dall'alto in tutta le sue sfaccettature. Traspare la minaccia, il pericolo che non si esterna in grandi gesta o in maniera monumentale, ma che è alla ricerca della forma pittorica concentrata.

La mostra Kriegsmaler. I fratelli Stolz rientra nel progetto Guerre e Pace. 1918-2018 che il MAG nel 2018 dedica al centenario della fine della Prima guerra mondiale e che si articola in tre mostre dispiegate in diversi momenti negli spazi del Museo di Riva del Garda e in una variegata proposta di appuntamenti dalla primavera all’autunno presso i forti del Monte Brione ubicati lungo il Sentiero della Pace a Riva del Garda.




DOVE: Riva (TN)
QUANDO: Fino al 30-06-2018
"Heroes - 1000 Miglia '45-'47"

Ultimo giorno per la mostra fotografica dedicata agli anni tra il 1947 e il 1957 del mito della Freccia Rossa, attraverso le rare immagini dell'Archivio della Fondazione Negri. Orari: dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30.

Anche quest’anno il mito della Freccia Rossa rivive a Sirmione attraverso gli scatti di una spettacolare mostra fotografica, organizzata dall’Amministrazione Comunale, con la partecipazione di CARS e lo speciale patrocinio di 1000 Miglia. L’allestimento prende il titolo dagli eroi che resero memorabile la “corsa più bella del mondo” – HEROES – 1000 MIGLIA 47-57.

La guerra finalmente è alle spalle e le auto della Freccia Rossa tornano a sfrecciare sempre più veloci lungo le strade della penisola. Fra motori rombanti e cromature incrostate di polvere, i protagonisti sono loro, i piloti, uomini e donne audaci e risoluti, temerari e affascinanti, ma soprattutto ...inarrestabili.

Le rare e preziose immagini tratte dall’Archivio della Fondazione Negri ci fanno rivivere gli ultimi anni della mitica Freccia Rossa, quelli compresi tra il 1947 e il 1957, quelli in cui le vetture in gara raggiunsero velocità inimmaginabili, sempre più pericolose e incontrollabili. 70 fotografie indimenticabili, alcune delle quali assolutamente inedite, porteranno il pubblico indietro nel tempo.

Tra grafica e materia, storia e modernità, “HEROES” ci racconta l’epopea in cui piloti ed automobili alimentarono il vero e intramontabile “Mito della 1000 Miglia”


DOVE: Sirmione
QUANDO: 1 luglio
"Italianissima"

Mostra "Italianissima" in omaggio all'arte italiana del '900 con oltre 80 opere di artisti tra cui Birolli, Campigli, Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Guttuso, Maccari, Mafai, Manzù, Marini, Marussig, Migneco, Paresce, Prampolini, Rosai e Scipione. Aperta dalle 10 alle 20 (giugno, luglio, agosto e settembre), dalle 10 alle 19 (ottobre, novembre e dicembre), tutti i giorni da lunedì a domenica, fino al 9 dicembre.

Le atmosfere magiche e irreali delle opere in mostra ci conducono in una realtà lontana da qualsiasi nostra esperienza. Un incessante peregrinare oltre l'apparenza delle cose, una silenziosa contemplazione, una paziente e profonda ricerca con la determinata volontà di sovvertire il concetto di arte prima di allora concepito. "Italianissima" è un progetto di Contemplazioni - a cura di Giovanni Lettini, Stefano Morelli e Sara Pallavicini - realizzato in collaborazione con il Museo Novecento di Firenze, una prestigiosa realtà museale ideata del critico Carlo Ludovico Ragghianti in risposta alla catastrofica alluvione che stravolse Firenze nel 1966. "Italianissima" si configura come un cammino à rebours nell’arte italiana del ‘900: protagonista indiscussa è la raccolta di opere donate al Museo Novecento da Alberto della Ragione, mecenate e collezionista che decise di acquistare opere di artisti contemporanei per "non passare ad occhi chiusi tra l’arte del suo tempo, ma di dare all’opera dell’artista vivente il legittimo conforto di una tempestiva comprensione", per la prima volta in mostra fuori dalla sede fiorentina. «Si desidera così raccogliere la medesima sfida – racconta il direttore del MuSa Giordano Bruno Guerri - attraverso questa esposizione che, ripercorrendo i fervori ed i fermenti dell’arte italiana tra le due guerre, vuole farsi attenta riflessione di tutte quelle tappe fondamentali per gli sviluppi dell’arte nazionale e internazionale di questo secolo». Ospiti illustri di questa mostra sono i famosi Concetto Spaziale di Lucio Fontana, un Achrome tra i più grandi mai realizzati da Piero Manzoni e un intrigante disegno di Alberto Savinio. Queste opere sono tutte provenienti da collezione privata, quindi non appartenenti alla collezione fiorentina, ma presenti in mostra perché costituiscono esperienze fondamentali per capire il sentimento che ha mosso la ricerca artistica dei protagonisti dell’arte italiana di questi anni. Il percorso espositivo - coloratissimo e di grande impatto grazie al dialogo con i colori delle opere e ai giochi di tono delle resine, donate al MuSa dallo sponsor Gobbetto, utilizzate per dipingere letteralmente gli ambienti espositivi - è diviso in otto sezioni: "Ora et labora" dove si affronta la relazione tra lavoro e preghiera; "Il volto santo", la sezione dedicata ai ritratti e alla nuova estetica; "Paradisi perduti" per ricordare il ruolo del paesaggio italiano nella vita e nell’anima di tutti noi; "Sacri riti" nella quale la pratica rituale mette in relazione la sacralità dei rituali comuni come lo sport e il gioco con la solennità dei credo religiosi; "Scenografie urbane" in cui protagoniste sono le nuove architetture di forme e di ambienti dipinti e costruiti con una teatralità che rivela un nuovo concetto di spazio; "Presagi" dove si avverte un nuovo sentimento di preavviso sul determinarsi di eventi futuri, sul loro esito e sulle loro conseguenze; "Natura viva" rivede, invece, il concetto di natura morta e ogni oggetto dipinto diventa presenza viva; e infine "Guardami" un susseguirsi di figure femminili, dipinte, scolpite, sofferte, sognate accompagna verso la fine di un percorso estetico che culmina nella ricerca di una bellezza interiore. Nell’ultima sezione espositiva, il MuSa, in collaborazione con la Civica Raccolta del Disegno di Salò, mette in mostra una prestigiosa selezione di opere dello stesso ambiente degli artisti in mostra, a cura di Marcello Riccioni. I disegni esposti donano al visitatore una visione intima e naturale dell’artista, svelando quel sentimento di ricerca e spontaneità che spesso si disperde nella complessità dell’opera d’arte finita.


DOVE: Salò
QUANDO: Fino al 08-12-2018
"Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia"

Ultimo giorno della mostra "Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia".


DOVE: Brescia
QUANDO: 1 luglio
Mario De Biasi

Personale fotografica di Mario De Biasi, fino al 1° luglio. Orari d'apertura:  martedì, mercoledì e giovedì 9-12; sabato e domenica 16-19.
Nasce nel 1923 a Sois, frazione del comune di Belluno, deportato in Germania durante la Seconda guerra mondiale, De Biasi iniziò a fotografare nel 1945 a Norimberga con una macchina di fortuna che trovò tra le macerie della città in cui era stato deportato. Meno di dieci anni dopo divenne il primo fotogiornalista assunto dal settimanale Epoca, con cui poi ha lavorato per trent’anni.


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 30-06-2018
"Contemporanea 18"

Mostra "Contemporanea 18" per giovani artisti, aperta fino al 10 luglio, in orario di apertura della filiale.

Il Liceo Artistico di Brescia I.I.S. "Tartaglia Olivieri" propone una selezione di artisti che nel 2018 compiono 18 anni. (i primi nativi del 3 millennio), gli Studenti della classe IV B e IV G presentano un progetto collettivo sul tema dell’Oro. In questa edizione Contemporanea18 si inserisce nell’ambito degli eventi programmati "AU79 un tesoro i nostri valori" a sostegno della giornata di inaugurazione della nuova sede di Milano di Banca Etica e l’avvio di EticOAtelier anche nella città di Milano.


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 09-07-2018
Roberto Ciroli e Francesco Levi

Mostra dedicata ai personaggi surreali realizzati da Roberto Ciroli e Francesco Levi. Fino al 10 settembre dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 22. La domenica dalle 12 alle 15.

In mostra, negli splendidi spazi della “Cucina del Santellone” a Brescia, una galleria di personaggi surreali realizzati da Roberto Ciroli e Francesco Levi. 

Il sollevatore di nuvole, il pescatore di stelle, il veggente delle pozzanghere sono solo alcuni dei grotteschi personaggi che abiteranno l’esposizione.

La mostra sarà composta da circa trenta illustrazioni di varie dimensioni realizzate da Francesco Levi con biro e pennarelli su carta e legno ed una selezione di installazioni create a quattro mani con Roberto Ciroli.

Personaggi racchiusi in mondi di cristallo sospesi nell’aria, illusionisti delle costellazioni, tapiri funamboli, uomini albero in un racconto straniante e poetico.

La mostra sarà presentata da Anna Lisa Ghirardi.


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 09-09-2018
"Realismi sociali  Il contemporaneo e l'arte"

Ultimo giorno della mostra "Realismi sociali  Il contemporaneo e l’arte" degli artisti: Ivan Battaglia ed Ezio Zingarelli. Dalle 16 alle 20. 

Una doppia personale di due artisti in dialogo con le loro opere per rappresentare il “contemporaneo” in un percorso espositivo che li vedrà da soli e insieme nelle sale e nei piani della prestigiosa torre medievale tra invenzione e argomentazione nel dare una definizione estetica alla razionalizzazione di un rapporto in cui l’arte non può rinunciare alla realtà sociale come denuncia


DOVE: Lumezzane
QUANDO: 30 giugno
Jacques Toussaint. Arte 1967/2017

Ultimo giorno della rassegna di dipinti, arazzi, collage, rilievi, sculture, installazioni luminose dell'artista francese Jacques Toussaint. Orario d'apertura: 10-18.

La ricerca di Toussaint si sviluppa tra arte e design, espressioni distinte ma intimamente connesse da un pensiero che giustappone libertà creativa e funzionalità, poesia e razionalità. Su queste basi il suo lavoro artistico, che si muove nell’ambito rigoroso della geometria e vive della composizione di segmenti (e, a volte, di archi) fatti ora di materia ora di puri segni di luce, prende forza da una vera immersione nello spazio, che ne diventa parte integrante in forza dell’utilizzo di luci neon blu che generano una intrigante atmosfera. Apprezzabile appare anche il superamento della staticità della geometria con un gioco di simmetrie e asimmetrie dalle felici valenze dinamiche.


DOVE: Brescia
QUANDO: 19 luglio
Mostra di Simona Cremonini

Mostra di tavole illustrate da Simona Cremonini "Fantastico Garda". Orari: dal 24 marzo al 30 giugno e dal 1 settembre al 7 ottobre tutti i giorni dalle 10 alle 18; dal 1 luglio al 31 agosto tutti i giorni dalle 10 alle 19 e dal 13 ottobre al 28 ottobre  solo sabato e domenica, dalle 10 alle 18.

Ad accompagnare l’apertura al pubblico sarà la mostra delle tavole illustrate del libro "Fantastico Garda" di Simona Cremonini. Ventisei e oltre sono le creature fantastiche che compongono il saggio-bestiario illustrato del lago di Garda. Il libro, un vero e proprio percorso magico attorno al Benaco, tra testi e disegni, ricostruisce il mondo sovrannaturale e meraviglioso del Piccolo Popolo, delle creature, degli animali fantastici e dei personaggi straordinari che fanno parte delle tradizioni locali e che sono collegati ai vari luoghi del lago. Fra le coste del Garda, i suoi antri, le colline, i numerosi immissari e l’emissario Mincio, i paesini e le città del lago, “Fantastico Garda” si muove tra figure che ammantano l’immaginario collettivo italiano ed europeo, come nani ed elfi, giganti e draghi, mostri e unicorni, creature al femminile come ninfe e sirene oppure anguane e matronae, nonché fra quelle figure tipiche ed esclusive del lago di Garda, come il bresciano Tomfador, le trentine Les Eguales e il veronese Grisot.


DOVE: Toscolano Maderno
QUANDO: Fino al 27-10-2018
Valentino Vago
Mostra di Valentino Vago. Fino al 24 giugno, con gli orari di apertura della Rotonda.
"Chitarre oltre il confine"
Nell'ambito della rassegna "Onde musicali", concerto "Chitarre oltre il confine" di Davide (...)
Ugo La Pietra "Think Beyond"
Personale di Ugo La Pietra "Think Beyond". Fino al 13 luglio dal giovedì al sabato dalle 1 (...)
"Tre Giache Team Fest"
12.a "Tre Giache Team Fest", con musica, giochi, gare sportive e stand gastronomici.
Mario De Biasi
 Personale fotografica di Mario De Biasi, fino al 1° luglio. Orari d'apertura: martedì, me (...)
Lucrezia Costanzo e Mary Fujino
Nell'ambito della rassegna "Onde musicali", concerto di Lucrezia Costanzo e Mary Fujino, v (...)
"Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Ven ...
Mostra "Tiziano e la pittura del Cinquecento tra Venezia e Brescia" fino al 1° luglio.
Nazzarena Poli Maramotti: "Unterwasser"
Mostra "Unterwasser" di Nazzarena Poli Maramotti. Orari: da giovedì a sabato 15-19.
"Carmine" di Mariagrazia Beruffi
 Personale fotografica "Carmine" di Mariagrazia Beruffi, fino al 1° luglio. Orari d'apertu (...)
Jeff Beck
Per il Festival Tener-a-mente del Vittoriale degli Italiani, concerto di Jeff Beck, accomp (...)
Il '500 in Valcamonica
Arte con noi e Paltours organizzano un'escursione in pullman in Valcamonica (Pisogne, Love (...)
"Nancy Burson: Composites"
Mostra fotografica di Nancy Burson "Composites". Orari d'apertura da martedì a sabato 10-1 (...)