Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana
TROVA IL MUSEO
Parole cercate
Comune
image
Una formazione di alto profilo per un mondo dellĺarte in piena trasformazione.
Eventi
"LegÓmi"

Ultimo giorno della mostra fotografica "Legàmi" di Ninì Candela, dalle 8.45 alle 18.


DOVE: Brescia
QUANDO: 30 gennaio
Marialuna Storti / "Somnium Ardoris"

Fino al 25 gennaio, installazione "Somnium Ardoris" di Marialuna Storti. Organizzano l'Associazione per l'arte "Le Stelle" e UCAI unione cattolica artisti italiani. Orari: da mercoledì a sabato dalle 16 alle 19. Info: www.artelestelle.it / www.ucaibs.it.

Il nuovo anno espositivo di San Zenone all’Arco si apre con una originale, coinvolgente istallazione che ha per chiave di lettura fondamentale la carta a mano, esito di un ciclo di lavorazione antico e perenne, tanto da poter essere disfatta e recuperata all’infinito. E’ questa la più recente materia di espressione creativa scelta da Marialuna Storti, artista romana, per creare nuove dimensioni visive sospese tra il simbolico, reale e concettuale, armonicamente inserite nello spazio che le ospita. Abitando lo spazio esistente, tra navata e presbiterio, con grandi fogli sospesi in verticale e con calchi in gesso di mani, strumento del procedere creativo, Marialuna Storti comunica la propria ricerca sull’identità del luogo sacro, in un percorso fatto di luce che porta verso l’abside, dove la speranza deve essere costruita. Un Somnium ardoris dunque, nella tensione volta verso la conoscenza e l’interazione tra il pensiero, le aspettative sul mondo e il luogo fisico, non solo edificio di muri ma contenitore di tempo e storia.

Marialuna Storti vive e lavora nella periferia di Roma, sua città natale. Laureata in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, partecipa con numerose presenze a festival e mostre collettive. Attiva sul territorio, ha collaborato con diverse realtà sociali di quartiere, in interventi urbani di recupero e come pittrice murale, avviando una ricerca personale di studio e sperimentazione di materiali. Essere e divenire è la dialettica che interessa i lavori dell’artista, come pure la relazione tra l’identità della materia sensibile e l’identità umana, interrogativi indagati da Marialuna Storti tramite calchi in gesso e in particolare lavorando sulla carta a mano. Ricerca tangibile anche nell’opera Hcàia a Bienno Borgo degli Artisti nel luglio nel 2018: vincitrice di residenza artistica, ha realizzato questa opera permanente per il Borgo, in carta completamente riciclata e intrisa di ruggine, così da portare nel nuovo foglio la memoria di ciò che è stato prima, nel luogo – Bienno – così potentemente legato alla antichissima memoria del ferro.


DOVE: Brescia
QUANDO: 12-24 gennaio
Beatles Memorabilia Show / visita guidata gratuita

Visita guidata gratuita alla mostra "Beatles Memorabilia Show" con il curatore Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d'Italia Associati. Prenotazione obbligatoria (030.653278 - comunicazione@lamontina.it).

--------------------------------

Prorogata fino al 9 marzo la mostra "Beatles Memorabilia Show" a cura di Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani diItalia Associati. Ingresso su prenotazione. Info: 030.653278 - comunicazione@lamontina.it.

A grande richiesta è stata estesa la durata della mostra dedicata ai “fantastici quattro”: rimarrà allestita nella Galleria d’arte della cantina La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta fino a lunedì 9 marzo. Un successo di pubblico e fans, curiosi di scoprire gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano.
 
Nell’ambito di Art, Rock & Wine, la mostra “Beatles Memorabilia Show” è curata da Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d’Italia Associati. Curiosi e appassionati lo possono incontrare personalmente, per lasciarsi guidare in un coinvolgente racconto della mostra in occasione di una delle date di ingresso libero al museo: domenica 26 gennaio e domenica 23 febbraio. L’appuntamento è alle ore 10 presso la cantina (la prenotazione è obbligatoria a questo indirizzo comunicazione@lamontna.it)
 
La mostra racconta aspetti poco conosciuti e curiosità dei quattro ragazzi di Liverpool che con la loro musica hanno cambiato il mondo.
 
Tra i Memorabilia provenienti dal Beatles Museum italiano - ospitato dal 2009 presso il Museo della Mille Miglia di Brescia - gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano: libri, foto, dischi, vinili, autografi, lettere, fanzine e gadget vari. Ad alternarli, per dare una collocazione temporale e contestuale, la narrazione fotografica dei momenti salienti della carriera dei Beatles.
 
Di grande impatto, in chiave “beatlesiana” è la sezione ispirata al cibo e alla cucina, “Metti i Beatles a Tavola”. Nove pannelli con immagini scelte e sette ingrandimenti e riproduzioni fotografiche di alcune delle opere di Andrea Rauch, graphic designer e illustratore toscano di fama internazionale che, ispirato dal libro scritto da Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno “Metti i Beatles nella Zuppa”, ne illustrò le pagine.
 
A completare il percorso, un prestito importante, ovvero sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: Alphabet Page, Bed In For Peace, Exchange Of Rings, I Do, John & Yoko e The Honeymoon.
 
Più di una mostra, dunque, un vero e proprio tuffo nella storia recente raccontata attraverso il mondo beatlesiano vasto, originale e iconico.

A grande richiesta è stata estesa la durata della mostra dedicata ai “fantastici quattro”: rimarrà allestita nella Galleria d’arte della cantina La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta fino a lunedì 9 marzo. Un successo di pubblico e fans, curiosi di scoprire gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano.
 
Nell’ambito di Art, Rock & Wine, la mostra “Beatles Memorabilia Show” è curata da Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d’Italia Associati. Curiosi e appassionati lo possono incontrare personalmente, per lasciarsi guidare in un coinvolgente racconto della mostra in occasione di una delle date di ingresso libero al museo: domenica 26 gennaio e domenica 23 febbraio. L’appuntamento è alle ore 10 presso la cantina (la prenotazione è obbligatoria a questo indirizzo comunicazione@lamontna.it)
 
La mostra racconta aspetti poco conosciuti e curiosità dei quattro ragazzi di Liverpool che con la loro musica hanno cambiato il mondo.
 
Tra i Memorabilia provenienti dal Beatles Museum italiano - ospitato dal 2009 presso il Museo della Mille Miglia di Brescia - gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano: libri, foto, dischi, vinili, autografi, lettere, fanzine e gadget vari. Ad alternarli, per dare una collocazione temporale e contestuale, la narrazione fotografica dei momenti salienti della carriera dei Beatles.
 
Di grande impatto, in chiave “beatlesiana” è la sezione ispirata al cibo e alla cucina, “Metti i Beatles a Tavola”. Nove pannelli con immagini scelte e sette ingrandimenti e riproduzioni fotografiche di alcune delle opere di Andrea Rauch, graphic designer e illustratore toscano di fama internazionale che, ispirato dal libro scritto da Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno “Metti i Beatles nella Zuppa”, ne illustrò le pagine.
 
A completare il percorso, un prestito importante, ovvero sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: Alphabet Page, Bed In For Peace, Exchange Of Rings, I Do, John & Yoko e The Honeymoon.
 
Più di una mostra, dunque, un vero e proprio tuffo nella storia recente raccontata attraverso il mondo beatlesiano vasto, originale e iconico.


DOVE: Monticelli Brusati
QUANDO: 26 gennaio, 23 febbraio
Maurizio Stacchi / "Cose quotidiane per una tragedia"

Fino al 15 febbraio, mostra di Maurizio Stacchi "Cose quotidiane per una tragedia". Orari: da giovedì a sabato dalle 15.30 alle 19.30 o su appuntamento (info@spaziocontemporanea.eu).

La mostra d'immagini in biancoenero del fotografo bresciano Maurizio Stacchi richiama, in prossimità del Giorno della Memoria, l'attenzione sull'Olocausto di cui il tempo sta spegnendo (per fortuna con ammirevoli eccezioni pubbliche come quella della senatrice Liliana Segre) le ultime autentiche voci-testimoni.

Il rischio di rimozione mnemonica di quell'immane tragedia ha spinto la sensibilità dell'autore a interrogarsi sulla presenza nel vivere quotidiano, di “segni” che, pur mimetizzati nell'ordinarietà di ciò che ci circonda oggi, potessero richiamare l'eco di quell'orrore, amaro esito della ferocia dell'uomo sull'uomo e del silenzio che storicamente consentì che fosse perpetrato.

Stacchi ha trovato molti segni ed echi degli stigmi della Shoah e li ha fotografati con passione ed efficacia rari, concretizzandone una rivisitazione iconografica moderna.

Ritrovarli in questa mostra è dunque una prova d'artista, ma soprattutto un promemoria fotografico e ideale che aiuta a uno sguardo meno distratto e a una riflessione che merita d'essere fatta. 

Francesco Fredi 


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 14-02-2020
"Il Sacro e il Quotidiano. Il villaggio tardoantico a San Martino ai Campi"

Mostra "Il Sacro e il Quotidiano. Il villaggio tardoantico a San Martino ai Campi". 

In posizione strategica lungo quelle che in antichità erano importanti vie di comunicazione, frequentato fin dalla protostoria, il sito di San Martino ai Campi è caratterizzato da significative strutture di età romana e medievale. Nel periodo di passaggio fra queste due epoche, nel IV secolo d.C., sul versante meridionale del Monte viene costruito un villaggio, probabilmente con finalità militari. Circa duecento anni dopo un incendio distrugge la gran parte dell’abitato, che però continua a vivere, anche attraverso la devozione cristiana. Per celebrare i 50 anni dalla scoperta del sito avvenuta nel 1969, reperti e strutture di questo villaggio sono stati ricomposti in una narrazione del quotidiano che si scoprirà in frequente dialogo con il sacro. Uno sguardo gettato su un particolare momento di vita del Monte in attesa che studi app rofonditi arrivino a restituirne il quadro completo.


DOVE: Riva (TN)
QUANDO: Fino al 31-10-2020
Markus Saile / "Finali sono inizi"

Mostra "Finali sono inizi" di Markus Saile. Orari: dal giovedì al sabato dalle 15 alle 19 e su appuntamento. Fino all'8 febbraio.


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 07-02-2020
Markus Saile / "Finali sono inizi"

Ultimo giorno della mostra "Finali sono inizi" di Markus Saile. 


DOVE: Brescia
QUANDO: 8 febbraio
Massimo Caccia / "Cadenze animali"

Ultimo giorno per "Cadenze animali" mostra personale dell'artista Massimo Caccia. Orari: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

La mostra dedicata a Massimo Caccia (Desio, 1970) accosta un'incredibile varietà di tavole in cui i suoi animali, metafora della condizione esistenziale dell'uomo, vengono colti in situazioni bizzarre ed enigmatiche, con una tecnica essenziale. In mostra saranno esposte 12 opere in smalto su tavola, una per ogni mese dell’anno, e un'opera su carta per ogni settimana dell’anno.


DOVE: Brescia
QUANDO: 23 gennaio
Mino Raoul Colombo / "Il percorso di Mino"

Ultimo giorno della mostra "Il percorso di Mino" di Mino Raoul Colombo. Fino al 29 gennaio con orari 16-19.30, chiuso lunedì.

La mostra antologica riprende le tappe principali della sua esperienza artistica. È un po’ la metafora della sua vita.


DOVE: Brescia
QUANDO: 29 gennaio
Beatles Memorabilia Show

Prorogata fino al 9 marzo la mostra "Beatles Memorabilia Show" a cura di Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d'Italia Associati. Ingresso su prenotazione (030.653278 - comunicazione@lamontina.it).

--------------------------------

Prorogata fino al 9 marzo la mostra "Beatles Memorabilia Show" a cura di Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani diItalia Associati. Ingresso su prenotazione. Info: 030.653278 - comunicazione@lamontina.it.

A grande richiesta è stata estesa la durata della mostra dedicata ai “fantastici quattro”: rimarrà allestita nella Galleria d’arte della cantina La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta fino a lunedì 9 marzo. Un successo di pubblico e fans, curiosi di scoprire gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano.
 
Nell’ambito di Art, Rock & Wine, la mostra “Beatles Memorabilia Show” è curata da Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d’Italia Associati. Curiosi e appassionati lo possono incontrare personalmente, per lasciarsi guidare in un coinvolgente racconto della mostra in occasione di una delle date di ingresso libero al museo: domenica 26 gennaio e domenica 23 febbraio. L’appuntamento è alle ore 10 presso la cantina (la prenotazione è obbligatoria a questo indirizzo comunicazione@lamontna.it)
 
La mostra racconta aspetti poco conosciuti e curiosità dei quattro ragazzi di Liverpool che con la loro musica hanno cambiato il mondo.
 
Tra i Memorabilia provenienti dal Beatles Museum italiano - ospitato dal 2009 presso il Museo della Mille Miglia di Brescia - gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano: libri, foto, dischi, vinili, autografi, lettere, fanzine e gadget vari. Ad alternarli, per dare una collocazione temporale e contestuale, la narrazione fotografica dei momenti salienti della carriera dei Beatles.
 
Di grande impatto, in chiave “beatlesiana” è la sezione ispirata al cibo e alla cucina, “Metti i Beatles a Tavola”. Nove pannelli con immagini scelte e sette ingrandimenti e riproduzioni fotografiche di alcune delle opere di Andrea Rauch, graphic designer e illustratore toscano di fama internazionale che, ispirato dal libro scritto da Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno “Metti i Beatles nella Zuppa”, ne illustrò le pagine.
 
A completare il percorso, un prestito importante, ovvero sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: Alphabet Page, Bed In For Peace, Exchange Of Rings, I Do, John & Yoko e The Honeymoon.
 
Più di una mostra, dunque, un vero e proprio tuffo nella storia recente raccontata attraverso il mondo beatlesiano vasto, originale e iconico.

A grande richiesta è stata estesa la durata della mostra dedicata ai “fantastici quattro”: rimarrà allestita nella Galleria d’arte della cantina La Montina di Monticelli Brusati in Franciacorta fino a lunedì 9 marzo. Un successo di pubblico e fans, curiosi di scoprire gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano.
 
Nell’ambito di Art, Rock & Wine, la mostra “Beatles Memorabilia Show” è curata da Rolando Giambelli, fondatore di Beatlesiani d’Italia Associati. Curiosi e appassionati lo possono incontrare personalmente, per lasciarsi guidare in un coinvolgente racconto della mostra in occasione di una delle date di ingresso libero al museo: domenica 26 gennaio e domenica 23 febbraio. L’appuntamento è alle ore 10 presso la cantina (la prenotazione è obbligatoria a questo indirizzo comunicazione@lamontna.it)
 
La mostra racconta aspetti poco conosciuti e curiosità dei quattro ragazzi di Liverpool che con la loro musica hanno cambiato il mondo.
 
Tra i Memorabilia provenienti dal Beatles Museum italiano - ospitato dal 2009 presso il Museo della Mille Miglia di Brescia - gli oggetti più significativi del collezionismo beatlesiano: libri, foto, dischi, vinili, autografi, lettere, fanzine e gadget vari. Ad alternarli, per dare una collocazione temporale e contestuale, la narrazione fotografica dei momenti salienti della carriera dei Beatles.
 
Di grande impatto, in chiave “beatlesiana” è la sezione ispirata al cibo e alla cucina, “Metti i Beatles a Tavola”. Nove pannelli con immagini scelte e sette ingrandimenti e riproduzioni fotografiche di alcune delle opere di Andrea Rauch, graphic designer e illustratore toscano di fama internazionale che, ispirato dal libro scritto da Ippolita Douglas Scotti di Vigoleno “Metti i Beatles nella Zuppa”, ne illustrò le pagine.
 
A completare il percorso, un prestito importante, ovvero sei delle quattordici copie di litografie di John Lennon tratte dalla collezione privata Bag One: Alphabet Page, Bed In For Peace, Exchange Of Rings, I Do, John & Yoko e The Honeymoon.
 
Più di una mostra, dunque, un vero e proprio tuffo nella storia recente raccontata attraverso il mondo beatlesiano vasto, originale e iconico.


DOVE: Monticelli Brusati
QUANDO: Fino al 08-03-2020