Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana
TROVA IL MUSEO
Parole cercate
Comune
image
Una formazione di alto profilo per un mondo dell’arte in piena trasformazione.
Eventi
Osamu Kobayashi

Fino al 19 settembre, mostra "Floating Head" di Osamu Kobayashi. Visite solo su appuntamento. Orari: dal giovedì al sabato dalle 15 alle 19.


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 18-09-2020
"Terra in Trance. Alla scoperta di Ubuntu"

Fino al 30 settembre mostra "Terra in Trance. Alla scoperta di Ubuntu" ideata dal Collettivo FakeNews e prodotta dall'associazione culturale Tecnhe.

Un viaggio alla scoperta del concetto africano di ubuntu. Come spiega Nelson Mandela “Il concetto di Ubuntu coglie il senso profondo dell’essere umani solo attraverso l’umanità degli altri; se concluderemo qualcosa al mondo sarà grazie al lavoro e alla realizzazione degli altri”. È un desiderio di pace, una regola di vita basata sul rispetto dell’altro nella consapevolezza che la propria realizzazione vada di pari passo con quella degli altri esseri viventi.


DOVE: Borgo San Giacomo
QUANDO: Fino al 29-09-2020
Eros Mauroner / "Piccoli oltraggi a grandi opere"

Ultimo giorno al Macof centro della fotografia italiana per la mostra di Eros Mauroner "Piccoli oltraggi a grandi opere". Orari: dalle 15 alle 19.

INGRESSO LIBERO E CONTINGENTATO


DOVE: Brescia
QUANDO: 2 agosto
Giorgio Maria Griffa

Fino al 15 luglio, mostra "Cetacea 2. L'incantatore di balene" dell'artista Giorgio Maria Griffa.
Orari: dalle 17 alle 20 tutti i giorni escluso il lunedì. Ingressi nel rispetto delle disposizioni sanitarie (massimo 4 persone per volta).


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 14-07-2020
Giorgio Maria Griffa

Ultimo giorno per la mostra "Cetacea 2. L'incantatore di balene" dell'artista Giorgio Maria Griffa.
Orari: dalle 17 alle 20 tutti i giorni escluso il lunedì. Ingressi nel rispetto delle disposizioni sanitarie (massimo 4 persone per volta).


DOVE: Brescia
QUANDO: 15 luglio
Eros Mauroner / "Piccoli oltraggi a grandi opere"

Dal 13 giugno al 2 agosto 2020 al Macof centro della fotografia italiana, riapre la mostra di Eros Mauroner "Piccoli oltraggi a grandi opere". Orari: venerdi, sabato e domenica dalle 15 alle 19.

INGRESSO LIBERO E CONTINGENTATO


DOVE: Brescia
QUANDO: Fino al 01-08-2020
Liubov Fedoseeva

Ultimo giorno per la mostra di Liubov Fedoseeva dal titolo "L'uomo artefice. Ritratti di vita". Ingresso su prenotazione (0365.641050).

-----------------------------------

Cultura e tradizione sono le protagoniste della mostra personale di Liubov Fedoseeva, pittrice russa appassionata di arte rinascimentale che si dedica a ritrarre persone del territorio Bresciano in momenti di quotidianità.

Nelle opere rappresentate in olio su tela si ritrovano le tecniche pittoriche dell’epoca, in particolare la velatura.

I suoi dipinti iperrealistici sono frutto di un lavoro minuzioso ed elaborato eseguito con infinita pazienza e precisione.

Cerca attraverso i ritratti di esaltare  nei protagonisti quelle emozioni che solo un bel dipinto può mettere in risalto, attraverso una tecnica  e dei giochi di luce ombra che rispecchiano i più apprezzati capolavori rinascimentali. 

In ogni opera si può ritrovare la capacità di rendere unico un istante e speciale la persona ritratta, non da importanza alla bellezza del soggetto, ma tramite la pittura riesce ad accentuare quei particolari che risaltano le caratteristiche uniche di ognuno di noi, rendendolo straordinario e lasciando cosi ai posteri una testimonianza di vita che attraverserà i secoli.

La mostra si articola in una serie di opere che come anticipato ritraggono persone comuni nella loro quotidianità.

La collezione è dedicata principalmente alla riscoperta delle tradizioni che hanno reso grande l'Italia, lo scopo è quindi quello di dimostrare attraverso l’esposizione la riconoscenza ad una terra che l’ ha accolta, aiutando il maggior numero di persone a riscoprire ed apprezzare un territorio magnifico fatto di grandi uomini.


DOVE: Toscolano Maderno
QUANDO: 26 luglio
Luca Gilli

Ultimo giorno per la mostra di Luca Gilli dal titolo "Come un destino nella luce chiara", a cura di Roberto Corsini e Mario Trevisan.

Orari: dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19.

Siamo molto lieti di rivedervi tutti durante, nel rispetto delle ultime normative relative al Covid19.

--------------------------------------

Penso che il mito della fotografia come specchio della verità e riproduzione oggettiva del reale sia durato ben poco; forse c'è voluto qualcosa di più per sdoganarla dal mondo del semplice documento e farla entrare in quello dell'arte. Ma anche questo è un processo che ci siamo lasciati alle spalle già da parecchi anni. Inutile quindi spendere parole per collocare la creatività di Luca Gilli nella direzione che gli compete: quella di uno stile personalissimo che lo rende immediatamente riconoscibile nel panorama di una già vastissima schiera di autori che usano il mezzo fotografico. Le sue immagini sanno raccontarci un mondo in sospeso, un dialogo con luoghi che appartengono alla quotidianità, verrebbe voglia di dire banalità, che lui ci fa diventare straordinari, senza tempo, collocati in un limbo di equilibrio e di sublimazione. Da consumato “flaneur”, Gilli ci mostra l'invisibile che è sotto i nostri occhi, ci racconta, con grande poesia e energia onirica, l'elogio della lentezza, l'armonia degli opposti e le sensazioni che prova nell'approcciarsi a luoghi che solo all'inizio non gli appartengono, ma con i quali riesce poi a creare magiche condivisioni. Frutto della ricerca di una luce che mi piace definire “calma” e “silenziosa”, capace di restituirci momenti di grande liricità.

Nulla è mai scontato; anche quando siamo entrati nel suo mondo, Luca riesce sempre a stupirci con un dettaglio apparentemente dimenticato, con un leggero soffio inaspettato che fa rivivere le sue composizioni e che ci apre a nuove scoperte.

Le fotografie esposte in questa mostra dal titolo “Come un destino nella luce chiara”, ne sono  puntuale testimonianza, sono le immagini di un percorso creativo che Luca Gilli continua a seguire e a privilegiare.

Renato Corsini


DOVE: Brescia
QUANDO: 26 luglio
Progetto My Mask

Esposizione di opere del progetto My Mask a cura di Mauro Cossu e Francesca Conchieri.

Una collezioni di 30 mascherine d'artista provenienti da diversi Paesi Europei costituenti la prima raccolta itinerante Nomadic Landscape. L'esposizione resterà aperta sabato 18 luglio dalle 17.30 alle 21 e domenica 19 dalle 10.30 alle 19. Poi sarà fruibile su appuntamento fino al 12 settembre.


DOVE: Sellero
QUANDO: Fino al 11-09-2020
Liubov Fedoseeva

Fino al 26 luglio, mostra di Liubov Fedoseeva dal titolo "L'uomo artefice. Ritratti di vita". Ingresso su prenotazione (0365.641050).

-----------------------------------

Cultura e tradizione sono le protagoniste della mostra personale di Liubov Fedoseeva, pittrice russa appassionata di arte rinascimentale che si dedica a ritrarre persone del territorio Bresciano in momenti di quotidianità.

Nelle opere rappresentate in olio su tela si ritrovano le tecniche pittoriche dell’epoca, in particolare la velatura.

I suoi dipinti iperrealistici sono frutto di un lavoro minuzioso ed elaborato eseguito con infinita pazienza e precisione.

Cerca attraverso i ritratti di esaltare  nei protagonisti quelle emozioni che solo un bel dipinto può mettere in risalto, attraverso una tecnica  e dei giochi di luce ombra che rispecchiano i più apprezzati capolavori rinascimentali. 

In ogni opera si può ritrovare la capacità di rendere unico un istante e speciale la persona ritratta, non da importanza alla bellezza del soggetto, ma tramite la pittura riesce ad accentuare quei particolari che risaltano le caratteristiche uniche di ognuno di noi, rendendolo straordinario e lasciando cosi ai posteri una testimonianza di vita che attraverserà i secoli.

La mostra si articola in una serie di opere che come anticipato ritraggono persone comuni nella loro quotidianità.

La collezione è dedicata principalmente alla riscoperta delle tradizioni che hanno reso grande l'Italia, lo scopo è quindi quello di dimostrare attraverso l’esposizione la riconoscenza ad una terra che l’ ha accolta, aiutando il maggior numero di persone a riscoprire ed apprezzare un territorio magnifico fatto di grandi uomini.


DOVE: Toscolano Maderno
QUANDO: Fino al 25-07-2020