vai alla Home Page
Google
  cerca
Max Russo Alba
Le Foto di BOL
ANNUNCI
BRESCIA NON PROFIT
CONOSCI IL TERRITORIO
FORMAZIONE E LAVORO
SPORT
TEMPO LIBERO

Ristoranti
Agriturismo
Pizzerie
Trattorie

DOVE DORMIRE
HOTEL IN PRIMO PIANO
B&B IN PRIMO PIANO
Numerica
TRASPORTI
CAMPEGGI
TROVA IL TUO CAMPEGGIO
Parole cercate
Comune
Eventi
Tributo a Pino Daniele

Tributo a Pinio Daniele con i Pdex


DOVE: Brescia
QUANDO: 23 novembre
"Sindrome italiana"

Per la stagione di prosa del CTB, la compagnia Mitipretese porta in scena "Sindrome italiana" di Lucia Calamaro.

-------------------

Sindrome italiana è il nome con cui due psichiatri ucraini hanno battezzato la depressione che colpisce molte donne dell’Est Europa che per lunghi anni vivono in Italia come colf e badanti. I sintomi di questa sindrome (cattivo umore, tristezza persistente, insonnia, stanchezza e fantasie suicide) si manifestano in queste donne al ritorno a casa. Dopo un lungo distacco, sentono i figli che si sono emotivamente allontanati, sentono affievolirsi il loro senso di maternità, avvertono una profonda solitudine e una radicale scissione identitaria. Non sanno più bene a quale famiglia, a quale parte dell’europa appartengano. Tre attrici-registe del calibro di Manuela Mandracchia, Sandra Toffolatti e Mariangeles Torres, coadiuvate dalla scrittura di Lucia Calamaro, indagano un incrocio di punti di vista pulsanti intorno al cuore delle nostre famiglie: quello delle donne dell’est ma anche il nostro, di donne e uomini dell’Ovest, di genitori anziani spesso soli e in difficoltà, ma tenaci nel difendere la loro indipendenza, di figli adulti incastrati in ritmi di lavoro e di vita spesso troppo vorticosi e di figli piccoli che non si sa a chi lasciare... Uno spettacolo che entra nel vivo di un argomento delicato come la cura degli anziani e dei bambini e il riconoscimento che la società dà (o spesso nega) a chi li accudisce. Un salto - fatto con ironia e passione civile, come è nella cifra stilistica delle tre attrici - nella quotidianità di moltissime famiglie dove lavorano e vivono queste donne. Per provare a far lievitare, se possibile, la comprensione e la vicinanza reciproca.


DOVE: Brescia
QUANDO: 13-17 novembre, 20-24 novembre, 27 novembre-1 dicembre
"Lo schiaccianoci e i quattro regni"

Proiezione del film "Lo schiaccianoci e i quattro regni" di L. Hallström, J. Johnston con K. Knightley, M. Foy. Alle 15, 17.30 e  21

Clara ha un solo desiderio, vuole una chiave unica nel suo genere, in grado di aprire una scatola che contiene un dono della madre morta. Un filo d'oro, ricevuto durante la festa natalizia del suo padrino Drosselmeyer la porta verso la chiave, che però scompare in uno strano e fantastico mondo parallelo dove la ragazza incontra il soldato Phillip, una banda di topi e i reggenti che governano tre Regni: la Terra dei Fiocchi di Neve, la Terra dei Fiori e la Terra dei Dolci. Per recuperare la chiave di Clara e ristabilire l'ordine del mondo, la nostra eroina aiutata da Phillip deve avventurarsi nel Quarto regno, in cui vive la malvagia Madre Ginger ... Diretto da Lasse Hallstrà¶m, il nuovo lungometraggio live action targato Disney è ispirato al celebre classico di E.T.A. Hoffmann e vede impegnata nel ruolo della protagonista Mackenzie Foy ("Interstellar", "L'evocazione - The Conjuring ") affiancata da un cast all star che include Morgan Freeman nel ruolo di Drosselmeyer , Helen Mirren in quello di Madre Ginger, Keira Knightley nel ruolo della Fata Confetto e anche una speciale performance di Misty Copeland. Era il 1816 quando E.T.A. Hoffmann scrisse Lo Schiaccianoci e il Re dei Topi. Successivamente Alexandre Dumas padre scrisse l'adattamento Lo Schiaccianoci, che fu messo in musica da Tchaikovsky dando vita a un balletto commissionato nel 1891 dal direttore dei Teatri Imperiali Russi. Rappresentato per la prima volta nella settimana precedente al Natale del 1892, il balletto fiabesco divenne poi una tradizione natalizia in tutto il mondo. 


DOVE: Breno
QUANDO: 25 novembre