Ascolta Radio Bresciasette
Radio Bresciasette
Ascolta Radio Bresciasette
Radio Classica Bresciana

Sole sì, Sole no

Ore 15:45 lunedì, 10 giugno 2013
Sole sì, Sole no
La meteorologia oggi è una scienza esatta e che tempo farà non lo si scopre più guardando il cielo o scrutando l' orizzonte come facevano i nostri nonni ma ricevendo informazioni dirette dal "grande fratello" che, da sopra le nostre teste, vede e prevede tutto.

Sappiamo dunque che, anche se quest' anno l' estate si è fatta attendere, il caldo ci sarà anche con ondate di calore che però non preoccupano perchè, dopo la lunga stagione fredda, la maggior parte delle persone sogna solo di andare in vacanza e stendersi al sole senza pensare più a nulla. Prima di esporsi ai raggi solari è però opportuno prendere determinate precauzioni per il bene dei nostri occhi, della nostra pelle, del nostro corpo. Il sole di fatto andrebbe considerato come un farmaco e come tale assunto alle giuste dosi, a certe ore e non in tutti i casi perché non privo di controindicazioni ed effetti collaterali. Pensiamo ai nostri occhi che, esposti a fattori esterni quali sole, vento, sabbia, acqua salata o ricca di cloro, rischiano di andare incontro ad irritazioni, a congiuntiviti e a cheratiti. Anche la cataratta e le maculopatie sono favorite dall' esposizione ai raggi solari e il rischio aumenta in modo esponenziale con l' abitudine di esporsi al riverbero dei raggi solari sulla sabbia ( che ne aumenta l' intensità del 15%), sull' acqua di mare, lago e piscina e sulla neve dei ghiacciai ( che ne aumentano l' intensità di oltre il 30% ). Imperativo dunque proteggere i nostri occhi con occhiali da sole dotati di lenti di qualità (con marchio di garanzia CE ) che diminuiscono l' intensità luminosa e proteggono dai raggi dannosi.

Ai cappelli a tesa larga o ai cappellini con " l' unghia " è affidato l' importante compito di riparare il capo e di fare ombra sugli occhi. Ci sono poi altre precauzioni da adottare per affrontare il caldo estivo nel migliore dei modi senza andare incontro a seri problemi come il colpo di calore. Gli abiti da indossare, per esempio, dovrebbero essere di seta o lana leggera per riparare la cute e facilitarne la traspirazione.

Durante il gran caldo bisognerebbe anche evitare diete ipercaloriche e ricche in grassi animali o in cibi fritti. Una corretta alimentazione estiva dovrà piuttosto prevedere frutta e verdura in quantità, sia per reintegrare i sali persi con la sudorazione che per contrastare lo stress ossidativo che aumenta con il caldo e la luce solare diretta. Assumere liquidi è poi di fondamentale importanza, per le persone di tutte le età. Qualunque bevanda è in grado di apportare acqua e di reidratare l'organismo; sopratutto le persone anziane dovrebbero consumare ogni giorno almeno 2 litri di acqua, latte o succo di frutta.

E' necessario invece abolire o ridurre al minimo le bevande alcoliche mentre è utile Il ricorso ad integratori salini bilanciati, specie per chi suda molto. Le persone anziane che vivono in case senza aria condizionata e in città non particolarmente preparate ad affrontare le ondate di calore hanno maggiore probabilità di andare incontro a disidradazione e al colpo di calore. Bisogna dunque fare in modo che i nostri anziani vivano in ambienti freschi e possibilmente condizionati. E che, sopratutto, non restino mai soli.

A tal fine è utile creare dei veri e propri centri di aggregazione per le persone anziane in luoghi che siano i più vicini alla loro quotidianità e abitudini. E' qui che l' invecchiamento interroga l'organizzazione socio-sanitaria e la politica. La risposta va cercata unicamente all' interno del sistema dei diritti della persona, nel quadro di una bioetica del caring, che si faccia pienamente carico della difesa dei diritti dei soggetti più deboli. E non solo quando l' allerta è massima come nella tragica estate del 2003 quando il gran caldo causò migliaia di decessi tra la popolazione anziana. Sole Sì dunque, perchè il sole fa bene alle ossa ( artrosi, reumatismi, osteoporosi, rachitismo ) fa bene all'umore ( cura la depressione stagionale: la " SAD"--seasonal affective disorder ) e fa bene in tante altre situazioni di squilibrio psico- fisico. Sole No, perchè soprattutto nella stagione estiva e in alcune ore della giornata ( dalle ore 12 alle ore 16,30 circa ), i danni del sole ne superano di gran lunga i benefici.

Degli effetti del sole per la salute dell' uomo si parlerà a Panacea con:

Prof. Andrea Poli
Direttore scientifico della Nutrition Foundation of Italy

Per le interviste di Panacea

Il dott. Roberto Colombo, Direttore sanitario di Synlab Italia " Medicina di laboratorio anti-ageing "



< Indietro
"Tales of Lamu"
Mostra fotografica "Tales of Lamu". Orari d'apertura 10-12-, 15-18 escluso mercoledì.
PRENOTAZIONI PER "Domenico Profeta e il cicli ...
Per il ciclo "Il filo delle idee", martedì 20 novembre alle 18.00 si terrà l'incontro "Dom (...)
"Profili femminili"
In esposizione la mostra "Profili femminili" di Franco Brescianini, fino a dicembre.
Levalet, mostra personale
Mostra personale di Levalet, a cura di Lionel Abrial. Fino al 2 dicembre con orari da merc (...)
"Visioni"
Personale "Visioni" di Franco Balduzzi. Orari d'apertura: venerdì e sabato 16-19; domenica (...)
Augustas Serapinas
Mostra "Augustas Serapinas - Waiting for another time". Orari: da martedì a sabato 11-18.
"The Lie's consequences" di Ugo Lucio Borga
Fino al 3 dicembre, mostra reportage "The Lie's consequences" del fotoreporter Ugo Lucio B (...)
Paure inconsce e comunicazione
In occasione del Festival della Pace 2018 incontro su "Paure inconsce e comunicazione: ess (...)
"A star is born"
Proiezione del film "A star is born".
"Vamos a ver si sirve"
In occasione del Festival della Pace 2018 presentazione del libro di Cesare Sommariva "Vam (...)
PRENOTAZIONI PER "La memoria delle pietre"
Per il ciclo "Il filo delle idee", venerdì 23 novembre alle 18.30 si terrà l'incontro "La (...)
Virgilio Vecchia / "La classicità del quotidi ...
Aperta fino al 20 gennaio la mostra realizzata in occasione dei cinquant'anni della morte (...)